“La coppola di velluto nero”, il nuovo romanzo del messinese Cesare Giorgianni

Autore: Andrea Celi



 

MESSINA. Sarà presentato sabato 24 luglio all’Arena “Tano Cimarosa” di “Don Minico” ai Colli San Rizzo il nuovo romanzo del messinese Cesare Giorgianni. Il racconto del giornalista chiuderà una trilogia in “salsa messinese” e sarà dedicato ai giornalisti siciliani uccisi dalla mafia. “La coppola di velluto nero” vede protagonisti un cronista d’assalto di Taormina e un comandante dei Carabinieri uniti sì da interessi professionali, ma anche da una profonda e sincera amicizia.

Il libro edito da Armando Siciliano, è stato preceduto da “Morte a Taormina” e “Il rifugio della morte”. Un crescendo di fatti di cronaca nera, quello riscontrabile nei tre volumetti, che si concluderà con l’assassinio del redattore. Vicenda, questa, sulla quale è chiamato a indagare proprio l’ufficiale dell’Arma della Perla dello Jonio.

“‘La coppola di velluto nero’ -si legge in una nota- va oltre i temi dell’illegalità trattati nei primi due libri e attraverso una trama caratterizzata da due omicidi di stampo mafioso che scuotono la Valle dell’Alcantara, descrive le dinamiche che contraddistinguono le associazioni malavitose.”

“Il nuovo romanzo -si legge- in qualche passaggio tocca anche altri ‘nervi scoperti’ su temi scottanti e purtroppo sempre di attualità quali i problemi legati all’immigrazione clandestina e alla violenza sulle donne. ‘Ogni possibile riferimento a fatti, persone o cose è puramente casuale’, si legge in apertura, è vero, ma il filone d’indagine descritto da Cesare Giorgianni non può non celare anche alcune ‘verità nascoste’ su gravi fatti criminali registrati negli ultimi anni in Sicilia, non solo nella provincia di Messina.”

 




Fonte

You may also like

Scrivi un commento

Messenger icon
Invia Messaggio tramite la tua App