in testa Hamilton e Verstappen

Autore: Andrea Celi


Questo articolo è apparso su Forbes.com

Un’era di spese incontrollate in Formula 1 si è bruscamente interrotta quest’anno, ma c’è un gruppo di persone che non è stato toccato da alcuna limitazione di budget: i piloti. Si prevede che le dieci stelle più pagate della Formula 1 guadagneranno 211 milioni di dollari tra stipendio e bonus in questa stagione.

In testa al gruppo c’è la superstar Lewis Hamilton, che è sulla buona strada per guadagnare 62 milioni di dollari in pista nel 2021. Tale cifra include uno stipendio di 55 milioni di dollari: più del doppio di quello garantito al suo concorrente più vicino, oltre a 7 milioni previsti in bonus per le vittorie. Ma con Hamilton attualmente al secondo posto in classifica, che rischia di perdere il titolo piloti per la seconda volta negli ultimi otto anni, la sua proiezione non include un bonus per il campionato. Nel 2020 ha guadagnato 66 milioni in totale, vincendo 11 gare e il titolo.

Max Verstappen della Red Bull è il pilota in pole position per il titolo. Se lo conquisterà, riceverà una notevole spinta e arriverà a 42 milioni tra stipendio e bonus, comodamente al secondo posto in questa classifica. Alle sue spalle c’è Fernando Alonso, con 25 milioni di dollari nella sua stagione di debutto all’Alpine.

Hamilton, che ha raccolto quattro vittorie in dieci gare, ha ancora tempo per superare Verstappen, con soli 8 punti di distacco e 12 gare ancora in programma (più, forse, una 13esima, se la F1 riuscirà a trovare un sostituto per il Gran Premio d’Australia, originariamente previsto per novembre e poi cancellato). In ogni caso, Hamilton è sicuramente in corsa per il primo posto nella classifica dei guadagni, come ogni anno dal 2014, quando ha scalzato per la prima volta Alonso dal primo gradino del podio degli atleti più pagati al mondo secondo Forbes, con 29 milioni di dollari tra stipendio e bonus e 32 milioni di dollari comprese le sponsorizzazioni.

Gli stipendi molto alti sono fondamentali per i piloti di Formula 1, che raccolgono molto meno dalle sponsorizzazioni rispetto alle superstar di altri sport, come il tennis e il basket. I piloti di F1, per la maggior parte, spendono poche energie fuori dalla pista, al di là delle apparizioni che sono tenuti a fare per le loro squadre e le case automobilistiche associate. (Le stesse squadre sono in parte colpevoli, ponendo restrizioni alle categorie di sponsor con cui i loro piloti possono collaborare). Mentre Hamilton incassa circa 12 milioni dagli sponsor, la maggior parte dei quali sostengono anche la sua squadra, Verstappen guadagna solo 1 milione di dollari all’anno.

Tuttavia, gli stipendi dei piloti dovrebbero continuare a compensare il divario di marketing. Il nuovo limite di budget della Formula 1, introdotto quest’anno, limita la spesa a 145 milioni di dollari per squadra nel 2021 e 135 milioni entro il 2023: un cambiamento sconvolgente per i migliori team – Mercedes, Ferrari e Red Bull -, i cui budget sono aumentati oltre i 300 e perfino i 400 milioni negli ultimi anni. I regolamenti li hanno costretti a tagliare le spese di progettazione e ricerca ed eliminare decine di posizioni del personale, ma gli stipendi dei piloti rimangono esenti dal calcolo del limite di costo e saranno una delle poche voci su cui i team con le tasche profonde potranno continuare a spendere.

Naturalmente, ora è in corso uno sforzo per limitare anche quella spesa, ma, almeno nel breve termine, i piloti più ricchi continueranno a diventare ancora più ricchi.

Ecco i dieci piloti più pagati della Formula 1 per il 2021.



Source link

You may also like

Scrivi un commento

Messenger icon
Invia Messaggio tramite la tua App